A1M: Monza 1 – 3 Padova (Gallery)

MONZA, 19 GENNAIO 2019 – Sabato amaro per la Vero Volley Monza nonostante la bella partecipazione della rappresentativa di pallavolo della Comunità di San Patrignano, a cui il presidente del Consorzio Vero Volley Alessandra Marzari ha devoluto, tra il secondo e terzo set, parte dell’incasso della serata. L’anticipo della quinta giornata di ritorno della SuperLega Credem Banca, infatti, ha visto i monzesi farsi rimontare e fermare dalla export_web_021Kioene Padova 3-1 sul campo di casa della Candy Arena. Beretta e compagni fanno vedere le due facce della loro medaglia: la prima, quella superlativa, entusiasmante del primo set, vinto con una prova di squadra esaltante 25-13, la seconda, quella meno bella, discontinua e poco vivace come spesso successo in questa stagione davanti al pubblico amico. Dopo aver dominato l’avvio di gioco, grazie alle giocate centrali di Yosifov e Beretta (11 e 10 punti, con 4 muri a testa e 2 ace per il primo e 1 per il secondo), gli assoli di uno scatenato Ghafour (24 punti e 7 muri) e le difese di Rizzo, la Vero Volley subisce la reazione della Kioene, brava a salire d’intensità al servizio, ad impostare con precisione grazie al lucido Travica e a finalizzare con lo scatenato Torres (MVP della gara con 17 punti, 2 ace e 4 muri). Ritrovata fiducia grazie alla vittoria ai vantaggi del secondo gioco, Padova si afferma con la testa, approfittando del calo in battuta e della poca continuità a muro dei monzesi. Con l’ingresso di Cirovic e le buone giocate centrali di Volpato, gli ospiti fanno loro il terzo e quarto parziale espugnando l’impianto monzese per la prima volta da quando sono in SuperLega. Per Monza ora c’è il doppio impegno contro Civitanova: prima in Coppa Italia poi in campionato. Due chance, la prima giovedì, per archiviare le due sconfitte di fila rimediate in SuperLega. Padova attesa da Perugia per la coppa nazionale con il morale alto figlio della terza vittoria consecutiva firmata in altrettante uscite.

Fabio Soli (allenatore Vero Volley Monza): “Le nostre ambizioni sono quelle di giocare bene a pallavolo e non lo stiamo facendo. Appena entriamo in difficoltà ci manca un po’ di colla: facciamo fatica a trovare gli strumenti di squadra per uscire da queste situazioni. Dopo il primo set abbiamo lasciato la gara, pensando di più al singolo che alla prestazione corale. Civitanova? Importa poco chi ci sarà davanti a noi. Importerà invece cosa metteremo in campo”.

Dragan Travica (palleggiatore Kioene Padova): “Da quando sono a Padova questa è la partita più bella che ho giocato. Eravamo partiti male ma poi abbiamo ottenuto una vittoria più col cuore che con la tecnica. A livello energetico abbiamo trovato la forza di ribaltare il risultato e sono davvero contento per questo gruppo, perché è una vittoria che aiuta sia il morale che la classifica”.

 

Fonte: VeroVolley.com

Full Gallery Here

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.