Archivi categoria: #Parla Infinity

Dolce e Sensibile, dentro e fuori dal campo: Sara Paris!

Eccoci di nuovo qui! Anche questa settimana ci siamo divertiti a prepararvi una “stories” di tutto rispetto per questo appuntamento; Ospite del giorno sarà una pallavolista italiana, classe 1985: Libero della formazione dell’Ostiano Volley, Sara Paris!
Bando alle ciance! Partiamo subito con l’ormai tradizionale domanda di rito, alla quale nessun ospite è mai riuscito a sfuggire (Chissà se mai qualcuno ci riuscirà?? 😜) fin ora, quindi…. Via alle auto-presentazioni: “Sono una persona dolce, sincera e molto sensibile ma anche umile e generosa.” – Così si descriverebbe Sara ad una persona che 56578116_500882700448251_7805984742720929792_nancora non la conoscesse. Poi prosegue: “Cerco sempre di aiutare tutti, mi piacciono gli animali e la natura. Amo viaggiare, imparare e scoprire cose nuove. Sono sposata con Paolo, arbitro di serie A di pallavolo, e ho un cagnolino che si chiama Coby. Loro mi hanno aiutato tanto dopo la morte del mio caro papà!” – poi conclude: “Le esperienze tristi della vita mi hanno fatto maturare molto e per questo vivo ogni giorno al massimo!!”. Ma la nostra ospite indovinate un po’, ha anche dei difetti sapete? Siete curiosi di sapere quali sono? Eccoveli svelati: “Sono una persona lunatica, testarda e troppo sincera!”. Continua a leggere Dolce e Sensibile, dentro e fuori dal campo: Sara Paris!

Annunci

Dal calcio alla pallavolo, uno “Spirito Libero”: Ilaria Spirito!

Ilaria-SpiritoRieccoci qui, con un nuovo appuntamento con le “infinity Stories”, e con un nuovo ospite di tutto rispetto! Come per la prima intervista, abbiamo deciso di intervistare un Libero anzi, è proprio il caso di dirlo.. uno SPIRITO libero! Avete capito? La protagonista della “Stories” di oggi è proprio lei, il libero della èPiù Pomì Casalmaggiore: Ilaria Spirito!
Pallavolista ligure classe 1994, Ilaria ha saputo ritagliarsi il suo giusto spazio nel panorama pallavolistico italiano fin dalle giovanili, disputando delle ottime stagioni in alcuni dei top team italiani.
Rompiamo gli indugi e lasciamo alla nostra ospite un arduo compito, presentarsi per la prima volta a chi ci sta leggendo e ancora non la conoscesse o per i più informati, raccontare qualcosa di più su sé stessa: “Ilaria è una ragazza normale, di grandi principi, che ha fatto della pallavolo il suo mestiere.” – Esordisce, poi continua: “Mi piace stare con i miei amici e passare le serate con loro in casa a giocare a qualche gioco da tavola; non sono una ragazza da “serata” diciamo!”. Continua a leggere Dal calcio alla pallavolo, uno “Spirito Libero”: Ilaria Spirito!

Un centrale, e una Challenge Cup da vincere: Simone Buti!

E’ giunta l’ora del sesto appuntamento con questa rubrica; per la sesta “Story”, abbiamo scelto di raccontarvi un ospite particolare, un grande campione indiscusso, argento alle Olimpiadi di Rio 2016 con la nazionale italiana di volley e attuale centrale del Vero Volley Monza: il “Buto” nazionale, Simone Buti!
Come non conoscerlo? Chi di voi non si ricorderà dell’autore del muro che ci ha regalato la finale contro il Brasile alle Olimpiadi? Beh, nel caso ce ne fosse ancora bisogno, rompiamo gli indugi, e partiamo subito questa intervista con la domanda di rito, lasciando a Simone l’arduo compito delle presentazioni: “Simone è un ragazzone di 2 47574331_10217822653587345_6290936051259146240_nmetri e 06 “– racconta – “che si diverte a tirare gli schiaffi ad un pallone. Col tempo, pian piano, questo è diventato anche il suo lavoro”. Poche parole, quelle di Simone, che rendono perfettamente l’idea. Ma conosciamo meglio il centrale, classe 1983: “Mi ritengo una persona solare, di compagnia e altruista ma ho anche dei difetti: sicuramente disordinato, con poca memoria e a volte un po’ paranoico!”.
Nato a Fucecchio, in provincia di Firenze, il nostro protagonista inizia la sua carriera sportiva nel 1998 a San Miniato. Nel 2003 milita nel campionato di serie B2 con la Tomei Livorno. Successivamente in B1 con l’Adria Volley Trieste nel 2003-2004 prima di venir ingaggiato dal Top Team Volley Mantova nel 2005-2006 in A2, esordendo così nella pallavolo professionistica. Continua a leggere Un centrale, e una Challenge Cup da vincere: Simone Buti!

Dalla Slovenia alla Francia, passando per Bergamo: Eva Mori!

E rieccoci qui, con il quinto appuntamento di “Infinity Stories”, e lo facciamo con un’ospite “internazionale”: Eva Mori, pallavolista slovena classe 1996, capitana nella nazionale U23 argentata al recente mondiale, ex palleggiatrice del Volley Bergamo ora in forza al Le Cannet, nella massima serie francese. Dopo tre stagioni trascorse al Volley 46388659_307523933303516_2487608788107167086_nBergamo ed il premio di categoria individuale al mondiale U23, si è tuffata nell’avventura francese portando con sé un bagaglio pallavolistico e personale di notevole spessore. Ma non perdiamo tempo e iniziamo subito con le presentazioni, lasciando direttamente a lei, come sempre, il compito di spiegarci “chi è” Eva mori: “Sono una persona che ama la pallavolo: è la mia vita!” – ci racconta, poi prosegue – “Mi ritengo una persona molto solare e sempre pronta ad aiutare gli altri”.
La carriera di Eva, inizia nel campionato di pallavolo femminile della Slovenia nelle file del Calcit Volley Kamnik dove vince il Campionato di pallavolo mittel-europeo MEVZA e la Coppa nazionale nelle stagioni 2012/2013 e 2013/2014. Continua a leggere Dalla Slovenia alla Francia, passando per Bergamo: Eva Mori!